Categorie
Aggiornamenti

Coronavirus, acqua ossigenata può contrastare il contagio

Un gruppo di ricercatori napoletani ha eseguito uno studio secondo il quale l’uso frequente di acqua ossigenata può contrastare il coronavirus. La ricerca, sostenuta anche dal Rotary Club Castel dell’Ovo di Napoli, è stata pubblicata sulla rivista scientifica Infection Control & Hospital Epidemiology dell’Università di Cambridge. Si tratta di uno studio molto importante che potrebbe avere sviluppi futuri interessanti.

Cosa è emerso dalla ricerca

Se usata frequentemente per il risciacquo del cavo orale, l’acqua ossigenata può contrastare efficacemente il coronavirus. Alla guida del gruppo di ricercatori napoletani c’è Antonio Del Prete, docente di Oftalmologia dell’Università di Napoli, che ha spiegato come il perossido di idrogeno, se impiegato negli sciacqui del cavo orale tre volte al giorno, può fungere da ottimo strumento di prevenzione:

Il perossido d’idrogeno come antisettico del cavo orale, mediante regolari sciacqui della mucosa orale almeno tre volte al giorno, e all’1,5% mediante nebulizzazione delle cavità nasali, e infine l’utilizzo dello iodopovidone allo 0,6% instillato come collirio 2 volte al giorno, possono risultare particolarmente efficaci nella prevenzione dell’infezione generata da quello che è noto come coronavirus”.

L’acqua ossigenata si rivelerebbe efficace non solo in virtù delle sue proprietà ossidanti, ma anche in seguito all’azione del TL3 che porta a indurre una risposta immunitaria innata, portando alla riduzione della progressione dell’infezione da Covid-19 dalle alte alle basse vie respiratorie.

Fonte: www.notizie.it

Condividi: