Categorie
Aggiornamenti

Bari, prodotta mascherina ffp3 trasparente Top Gun

A Bari è stata prodotta una nuova mascherina certificata ffp3. È stata chiamata Top Gun ed è stata ideata da un progettista pilota di aerei ed elicotteri mentre era intento ad osservare il bambino che faceva l’aerosol. Si tratta di una mascherina più vantaggiosa rispetto a quelle presenti in commercio attualmente.

Della mascherina Top Gun ha parlato Alberto Santoro, direttore commerciale dell’azienda produttrice Storm Events: “Nata inizialmente con il filtro centrale, è stata modificata per renderla fruibile, e quindi utile, a quanti ricorrono alla lettura del labiale perché affetti da deficit uditivo o dalle donne che non vogliono rinunciare a mettere il rossetto”.

Cosa sapere sulla mascherina Top Gun

La parte centrale è in pvc anallergico, mentre gli inserti per i filtri disposti lateralmente sono in tnt. “Si tratta di una ffp3 già certificata dal Ministero della Sanità Italiana. Stiamo adesso aspettando il codice CE a 4 cifre riconosciuto da tutti come certificazione. Il concetto base è che invece di buttare tutta la mascherina, si deve solo cambiare la parte filtrante, il tnt certificato al 98%: in questo modo l’impatto ambientale è veramente nullo. I filtri sono fatti per durare quanto un normale turno di lavoro, il corpo della mascherina invece fino a che non si rompe, è praticamente infinito”.

“Abbiamo contattato Amazon per la commercializzazione, e contrariamente a quanto ci aspettavamo, oltre all’Italia, ci hanno aperto il canale degli Stati Uniti, il Canda, l’Europa, il Giappone e l’Australia. Su internet ce l’abbiamo in vendita a 19,90 euro; il kit dei filtri costa 25 centesimi, meno di una mascherina chirurgica, e diversamente da queste – ha evidenziato Santoro – con la Top Gun gli occhiali non si appannano”.

Fonte: bari.ilquotidianoitaliano.com

Condividi: