Categorie
Aggiornamenti

Anticorpi per Delta grazie a contagio da Omicron

Chi viene colpito dalla variante Omicron sviluppa anticorpi contro la variante Delta. Inoltre, altro dato importante è che, se la pericolosità del nuovo ceppo prevalente dovesse essere inferiore, l’evoluzione del Covid nel mondo potrebbe essere soggetta a un cambiamento. Ad affermarlo è una ricerca condotta dal sudafricano Africa Health Research Institute.

Stando a quanto affermato dal professor Alex Sigal alla guida della ricerca: “Se Omicron si dimostrasse meno patogeno, allora questo potrebbe dimostrare che il corso della pandemia è cambiato: Omicron prenderà il sopravvento, almeno per ora, e potremmo avere meno disagi nelle nostre vite“. 

Ricerca sudafricana

Lo studio è stato condotto in Sud Africa (dove per primo è stato isolato l’Omicron) su 15 persone, vaccinate e no, colpite dalla variante Omicron. Testando il plasma dei partecipanti con gli anticorpi anche sulla variante Delta (mediante un test di “neutralizzazuione”), i ricercatori hanno scoperto che gli anticorpi contro il virus erano quattro volte numericamente superiori in un periodo di due settimane. 

Sigal afferma: “L’aumento della neutralizzazione della variante Delta negli individui infettati da Omicron può comportare una diminuzione della capacità della variante Delta di reinfettare quegli individui”.

Lo studio ha anche fatto chiarezza su una questione: sui malati già vaccinati la risposta immunitaria contro la variante Delta è stata più forte. Inoltre anche essere stati contagiati da altre varianti potrebbe aver stimolato l’immunizzazione contro il Covid.

Fonte: www.quotidiano.net

Condividi: