Categorie
Aggiornamenti

Coronavirus, l’importanza degli anticorpi di precisione

Affinché la battaglia contro il coronavirus possa essere condotta nel modo migliore, il solo vaccino potrebbe non bastare. Questo significa che dovranno essere usate altre armi, in particolar modo gli anticorpi nmonoclonal: si tratta di farmaci di precisione che neutralizzano il virus rendendo inattiva la proteina Spike, che è quella che attacca le cellule.

Questo è quello che emerge dalla lettera pubblicata sulla rivista dell’associazione dei medici americani, Jama, da Mary Marovich e John R. Mascola, entrambi del Programma di ricerca sui vaccini dell’Istituto americano per le malattie infettive (Niaid) diretto da Anthony Fauci, e da Myron S. Cohen, dell’Istituto per le malattie infettive dell’Universita’ del North Carolina a Chapel Hill.

Le potenzialità degli anticorpi monoclonali

Gli anticorpi monoclonali possono essere usati sia per i trattamenti che per fare prevenzione, e possono essere utili per lo sviluppo di un vaccino efficace.

Secondo il genetista Giuseppe Novelli, dell’Università di Roma Tor Vergata, impegnato in prima linea nella ricerca sugli anticorpi monoclonali, “anche se avessimo un vaccino efficiente, ci vorrebbero settimane prima di avere risposta immediata e in questo intervallo di tempo gli anticorpi potrebbero aiutare a limitare la progressione della malattia“. Fondamentale, quindi, è “avere una seconda arma”.

Fonte: www.ansa.it

Condividi: