Coronavirus, le dieci regole da seguire

Il Ministero della Salute ha stilato un decalogo delle norme da seguire (igieniche e non solo) per difendersi dal virus ed evitare il contagio. Per tutelare la salute personale e quella di chi ci circonda, ecco i 10 comportamenti da adottare.

  1. Lavati spesso le mani usando acqua e sapone o soluzioni a base di alcol per eliminare ogni possibile traccia di virus. L’operazione di lavaggio deve durare almeno 60 secondi.
  2. Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute.
  3. Non toccarti naso, bocca e occhi con le mani, soprattutto se non ancora lavate.
  4. Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci.
  5. Non assumere farmaci antivirali né antibiotici senza prescrizione medica: gli antibiotici curano solo le infezioni batteriche.
  6. Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro e alcol: questi prodotti uccidono il virus annullando la sua capacità di infettare le persone.
  7. Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate.
  8. I prodotti made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi: l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato che chi riceve pacchi dalla Cina non corre il rischio di contrarre il nuovo coronavirus perché non può sopravvivere per lunghi periodi sulle superfici.
  9. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus.
  10. Contatta il numero 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni (oppure vivi nelle zone del focolaio del coronavirus in Italia).

Cosa fare in caso di esposizione al virus

Chi è stato esposto al virus (perché teme di aver avuto contatti con persone contagiate, vive o frequenta le zone rosse del focolaio in Italia o è appena rientrato dalla Cina), durante il periodo di quarantena obbligatoria a casa in attesa di essere sottoposto al tampone, deve:

  • non presentarsi al pronto soccorso, ma chiamare il medico curante o i numeri di emergenza (1500 o 112 per le zone a rischio contagio) per effettuare uno screening telefonico dei sintomi
  • misurare la febbre mattina e pomeriggio
  • lavare le mani ogni 10 minuti con acqua e sapone o soluzioni a base di alcol
  • dormire separatamente se vive in casa con il partner o altre persone
  • stare in stanze diverse
  • chiudere in una bustina ogni fazzoletto per naso o bocca utilizzato, per poi disinfettarlo con lo spray
  • lasciare la finestra del bagno sempre aperta affinché nell’ambiente non ristagnino i virus
  • chiudere la tavoletta del wc prima di tirare lo scarico e subito dopo pulire con la candeggina
  • contattare il proprio medico di base che monitorerà la situazione
  • registrare e avvisare le persone con cui è stato a contatto
  • segnalare agli uffici delle rispettive ASL i luoghi frequentati o dai quali si proviene, soprattutto se facenti parte delle zone italiane o cinesi del focolaio.
Condividi: