Categorie
Aggiornamenti

Coronavirus, Giovanni Rana premia i dipendenti aumentando lo stipendio

Le storie di imprenditori esemplari meritano di essere raccontate per ridare speranza a una nazione che sta patendo anche dal punto di vista economico. Se alcuni imprenditori (come Briatore) decidono di licenziare i propri dipendenti, c’è chi invece (per fortuna) sceglie di lottare insieme e di premiarli.

L’applauso va a Giovanni Rana, presidente dell’omonimo Pastificio Rana specializzato nella produzione di pasta fresca, che ha varato un piano straordinario di aumenti salariali per 2 milioni di euro come speciale riconoscimento dell’impegno dei 700 dipendenti che lavorano nei cinque stabilimenti italiani. È grazie a loro se gli approvvigionamenti alimentari continuano ad essere garantiti.

Il piano straordinario di Giovanni Rana

Mentre alcune attività continuano a restare chiuse a causa dell’emergenza coronavirus, altre aziende sono costrette a rimanere aperte perché forniscono servizi e beni essenziali. Una di queste è proprio l’azienda di Giovanni Rana. Il piano straordinario messo in atto, che decorre retroattivamente dal 9 marzo e che coprirà anche il mese di aprile, prevede: stipendi maggiorati del 25% per ogni giorno lavorato e un ticket mensile straordinario di 400 euro per le spese di babysitting.

Garantita polizza assicurativa per smart working

Alle misure fin qui descritte se ne aggiunge un’altra a favore di tutti i dipendenti, inclusi quelli che lavorano da casa in smart working, in caso di contagio da COVID-19: Giovanni Rana ha deciso di stipulare una polizza assicurativa per tutti loro, andando così a integrare il rafforzamento delle procedure di sicurezza e prevenzione già attuate dall’azienda veronese.

Un gesto che denota non solo una grande responsabilità, ma anche gran cuore nei confronti di tutte le persone che continuano a lavorare per il bene del Paese anche in una situazione complicata come quella che stiamo vivendo. La speranza è che anche altri imprenditori possano seguire la sua strada, mostrando un concreto apprezzamento ai propri lavoratori.

Fonte: www.urbanpost.it

Condividi: