Categorie
Aggiornamenti

Coronavirus, isolato il ceppo italiano al Sacco di Milano

I ricercatori dell’ospedale Sacco di Milano hanno isolato il ceppo italiano del coronavirus.

La notizia tanto attesa è stata comunicata alla stampa da Massimo Galli, ordinario di Malattie Infettive all’Università degli Studi di Milano e primario del reparto di Malattie infettive III.

Come dichiarato dall’infettivologo, dunque, l’intero team milanese “Ha isolato il virus in quattro pazienti di Codogno. L’equipe è riuscita a isolare virus autoctoni, molto simili tra loro ma con le differenze legate allo sviluppo in ogni singolo paziente”.

Più veloce la scoperta dei vaccini

Questa scoperta è molto utile in quanto consente ai ricercatori di essere in grado di seguire le sequenze molecolari e di tracciare ogni singolo virus per capire cosa sia successo, come abbia fatto a circolare e in quanto tempo. Il passo immediatamente successivo, come ha ricordato Galli, è quello di studiare lo sviluppo di anticorpi e di conseguenza di vaccini e di cure da parte dei laboratori farmaceutici.

I numerosi studi di questi giorni, inoltre, hanno permesso di accertare come l’Italia non sia il focolaio del coronavirus. Come affermato dal consulente del ministero della Salute e componente italiano del comitato esecutivo dell’Organizzazione mondiale della Sanità Walter Ricciardi, il virus sta circolando in tutto il mondo e non è partito dallo Stivale.

Fonte: www.ilgiorno.it

Condividi: