Categorie
Aggiornamenti

COVID-19, il virus si sta indebolendo

Segni di indebolimento per il coronavirus. L’R0, cioè il numero delle persone che ogni utente può contagiare, sta calando, infatti è inferiore alla soglia di 1: questo dimostra che il SARS-CoV-2 sta diventando più debole in seguito alle misure di distanziamento sociale adottate negli ultimi due mesi.

A influire sul depotenziamento potrebbero essere state anche alcune mutazioni transitorie che possono averlo reso meno contagioso. Questa ipotesi da dimostrare è di Massimo Ciccozzi, epidemiologo dell’Università Campus Bio-Medico di Roma: “Quelle che si stanno facendo nei modelli elaborati da vari gruppi di ricercatori in questi giorni sono tutte ipotesi, perché mancano le prove di patogenicità in laboratorio su cellule e virus”. Assodato questo, “un dato che stiamo riscontrando è che il virus sta perdendo potenza prima di tutto per effetto del lockdown, del distanziamento e dell’uso delle mascherine“.

Inoltre “ora stanno morendo meno persone, le terapie intensive sono meno piene e il virus ha una perdita di potenza, perché continua a mutare. Si tratta di mutazioni transitorie, che durano qualche settimana per poi magari sparire, e che non gli servono. Ma l’evoluzione interviene facendogli perdere contagiosità e letalità. Tuttavia lo ripeto, anche questa è un’ipotesi che va dimostrata”.

Fonte: www.ilmessaggero.it

Condividi: