Categorie
Aggiornamenti

Coronavirus, il paziente 1 può tornare a casa

Mattia, il paziente 1 ricoverato al Policlinico San Matteo di Pavia il 20 febbraio e uscito dalla terapia intensiva lo scorso 9 marzo, è finalmente pronto per essere dimesso dall’ospedale e tornare a casa per riabbracciare la moglie che darà alla luce una bimba tra poche settimane.

Pur essendo un giovane di 38 anni, la sua è stata una battaglia davvero dura, ma ora le sue condizioni di salute sono buone ed è completamente fuori pericolo. È in reparto, respira da solo e le sue dimissioni, salvo disposizioni differenti, dovrebbero avvenire tra lunedì e martedì prossimo.

Sta bene anche la moglie all’ottavo mese di gravidanza, risultata positiva al coronavirus ma completamente guarita anche lei. Dopo un periodo di forte preoccupazione per la sua salute, quella della piccola e del marito, il suo sorriso può finalmente tornare a splendere in attesa di ricongiungersi con Mattia. Un enorme ringraziamento va ai medici che hanno avuto in cura il giovane, permettendogli di tornare tra le braccia della famiglia.

Sono tutti pazienti 1

Mattia, definito paziente 1, è in realtà un paziente 1 come altri pazienti 1 ricoverati nelle strutture ospedaliere in questi giorni. In un’intervista per fanpage.it, ci tiene a sottolinearlo Raffaele Bruno, direttore dell’Unità operativa complessa malattie infettive della Fondazione Irrcs Policlinico San Matteo. A Mattia non gli è stato mai riferito nulla per evitare di turbarlo: “Per noi sono tutti pazienti 1, tutti hanno bisogno del nostro massimo impegno”.

Fonte: www.fanpage.it

Condividi: