Categorie
Aggiornamenti

Coronavirus, robot esamina i pazienti a distanza

Per aiutare e proteggere il personale sanitario impegnato nei reparti Covid è stato inventato “Spot”, un robot che si muove su quattro zampe ed esamina a distanza i pazienti che presentano sintomi sospetti.

Il robot ha un tablet al posto del testa attraverso il quale può comunicare col dottore da remoto, mentre sul petto sono posizionate quattro telecamere che permettono la misurazione della febbre, del battito cardiaco, del respiro e della saturazione del sangue semplicemente posizionandosi a due metri di distanza dal paziente.

Il prototipo, realizzato dal Massachusetts Institute of Technology (Mit) col Brigham and Women’s Hospital, è stato già testato su volontari sani: i risultati, condivisi sulla piattaforma techRxiv, potrebbero condurre a una sperimentazione nel triage e al monitoraggio delle persone affette da coronavirus.

Come funziona il robot

Il robot è stato prodotto dalla Boston Dynamics ed è stato perfezionato aggiungendo sensori e tecnologie già presenti sul mercato. Può essere guidato a distanza verso la stanza in cui si trova il paziente Covid usando un telecomando, mentre con una telecamera a infrarossi è possibile misurare la temperatura interna del corpo grazie a un algoritmo che converte il calore della pelle del volto.

Con la stessa telecamera a infrarossi vengono misurate anche le variazioni di temperatura della mascherina sul volto del paziente, consentendo così la misurazione rapida del suo respiro. Con le altre due telecamere vengono invece calcolati la frequenza cardiaca e il livello di ossigeno nel sangue.

Fonte e foto: www.ansa.it

Condividi: