Categorie
Aggiornamenti

Covid-19, secondo studio italiano anticancro può bloccare i sintomi

Nuove speranze per la cura del Covid-19 provengono da un farmaco anticancro. La scoperta, pubblicata sul Journal of Medical Virology, è frutto di una ricerca coordinata dall’Università di Milano-Bicocca e condotta in collaborazione con l’Università di Brescia.

Dallo studio è emerso che il metotrexato, da decenni usato contro tumori e malattie autoimmuni, impedisce che il virus SARS-CoV-2 possa duplicarsi e proliferare in test di laboratorio, quindi questo significa che ha “il potenziale di limitare i danni nei pazienti più lievi o ai primi sintomi. Al più presto partirà la sperimentazione clinica”. Questo è quanto ha annunciato l’Università Bicocca.

Anticancro limita potenziale infettivo

“Il metotrexato, somministrato in quantitativi paragonabili a quelli usati per altre terapie già consolidate, inibisce la replicazione dell’Rna del SARS-CoV-2, la sua sintesi virale e quindi la sua replicazione. Il virus viene così tenuto sotto controllo“, chiariscono i ricercatori. Secondo loro il farmaco “potrebbe essere impiegato efficacemente su altre varianti del SARS-CoV-2 che risultassero insensibili a futuri vaccini o trattamenti antivirali specifici”.

Gli autori dello studio assicurano che “alla sperimentazione in vitro seguirà al più presto lo studio clinico sull’efficacia del metotrexato nell’inibire la duplicazione del SARS-CoV-2″. L’obiettivo è quello di “confermare se il farmaco sia in grado di ridurre gli effetti del virus sui pazienti dai sintomi lievi o precoci“, così da “prevenire, in combinazione con la risposta del sistema immunitario del paziente, la diffusione dell’infezione e l’insorgenza di possibili complicazioni fatali”.

Fonte: www.adnkronos.com

Condividi: