Categorie
Aggiornamenti

Anticorpi “neutralizzanti super potenti”, ecco l’importante scoperta

Grazie a una nuova ricerca si è riaccesa una nuova speranza per la cura dei pazienti affetti da Covid-19. Si tratta di due “anticorpi umani neutralizzanti super potenti”, isolati da un gruppo internazionale di studiosi. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Science.

Alla guida del team di ricercatori c’è l’Università di Washington e alla ricerca hanno preso parte Massimo Galli, Arianna Gabrieli e Agostino Riva dell’Ospedale Sacco di Milano. Su Twitter Galli, primario infettivologo dell’azienda ospedaliera milanese e docente dell’Università Statale di Milano, scrive:

Science Magazine ha pubblicato l’individuazione di due anticorpi neutralizzanti Sars-CoV-2 assai promettenti per sviluppi futuri nella cura di Covid-19. Un risultato a cui abbiamo contribuito qui al Sacco, Agostino Riva e Arianna Gabrieli molto più di me”.

S2E12 e S2M11, ecco i due anticorpi

Nel corso della ricerca si è scoperto che i due anticorpi, chiamati S2E12 e S2M11, sono capaci di proteggere i criceti dal SARS-CoV-2: entrambi impediscono che il recettore Ace2 possa essere attaccato e l’anticorpo S2M11 fa sì che la proteina Spike venga bersagliata. Quello che dunque è emerso è che adottare terapie a base di questi due anticorpi permette di neutralizzare un vasto campione di isolati di coronavirus circolanti:

“I nostri risultati aprono la strada all’implementazione di cocktail di anticorpi per la profilassi o la terapia” di Covid-19, “aggirando o limitando l’emergere di forme virali mutanti”.

Fonte: www.quotidiano.net

Condividi: