Categorie
Aggiornamenti

Covid Gran Bretagna: “Dal 12 aprile riaprono pub, palestre e parrucchieri”

Dal 12 aprile in Gran Bretagna riaprono, pub, ristoranti all’aperto, parrucchieri e palestre. Lo ha confermato il premier britannico Boris Johnson nel corso della conferenza stampa sull’allentamento delle restrizioni anti-Covid. A breve, quindi, avrà inizio la seconda fase con la riapertura di alcune attività commerciali e negozi non essenziali.

“Grazie ancora a tutti voi per la pazienza. Gli sforzi stanno pagando”, ha detto il premier sottolineando che “io stesso lunedì andrò al pub”, ma ricordando che è sempre necessario fare attenzione rispettando le regole di mascherina e distanziamento. 

Ancora no ai viaggi

L’allentamento non riguarda, però, anche i viaggi, infatti “è ancora presto per consigliare di prenotare una vacanza all’estero”.

In merito alla questione passaporti vaccinali, il capo del governo britannico ha dichiarato che non saranno utili a breve, neanche per la terza fase di aperture a maggio: “Certamente non saranno usati lunedì prossimo quando apriranno i locali all’aperto”. Non saranno necessari neanche per la terza fase di allentamento del lockdown a maggio”.

Verso una vita normale

Grazie alla campagna di vaccinazione che va avanti spedita, la Gran Bretagna prosegue il suo percorso verso un ritorno alla vita normale pre-Covid: “Abbiamo più di 31 milioni che hanno ricevuto la prima dose e ora le persone ad alto rischio stanno ricevendo la seconda dose”, ha sottolineato Johnson.

Le prossime tappe di allentamento delle restrizioni saranno il 17 maggio e il 21 giugno. Quello che succederà dopo il 21 giugno dipenderà dal lancio del vaccino e dai “quattro test“, cioè: vaccinazioni, caduta dei ricoveri per gli anziani vaccinati, calo dei ricoveri in generale e varianti del coronavirus.

“Se le cose continuano ad andare bene, per molte persone la vita comincerà a tornare ad almeno una parvenza di normalità. Un mondo in cui continuiamo ad avere i test non sarà troppo oneroso, ma state mettendo il carro davanti ai buoi, dobbiamo assicurarci di superare bene la seconda fase e superare le aperture del 12 aprile, del 17 maggio e del 21 giugno. Finalmente apriamo un sacco di cose che non abbiamo potuto aprire l’anno scorso. Le cose saranno molto diverse per la prima volta dopo molto tempo“.

Fonte: www.quotidiano.net

Condividi: