Categorie
Aggiornamenti

Covid Israele: raggiunta immunità di gregge

Per Israele si può parlare di una sorta di immunità di gregge. Lo ha affermato Eran Segal, biologo computazionale del Weizmann Institute sulla base del numero di contagiati Covid sceso del 97% grazie alla campagna di vaccinazione.

In virtù di questi risultati, il governo può decidere di alleggerire le restrizioni: “È possibile che il Paese abbia raggiunto una sorta di immunità di gregge e, a prescindere, abbiamo un’ampia rete di sicurezza. Penso che questo renda possibile rimuovere immediatamente alcune delle restrizioni“. 

Stando agli ultimi dati del Ministero della sanità sulle infezioni registrate nelle ultime 24 ore, ci sono stati 86 nuovi casi: il tasso di positività si aggira, dunque, intorno all’0,8%.

Le persone vaccinate proteggono i non vaccinati

Secondo uno studio israeliano, i vaccinati proteggono le persone che non vogliono o non possono ricevere il vaccino. Aumentare di 20 punti il tasso di vaccinazione degli adulti all’interno di una comunità consente di dimezzare il rischio che si infettino i bambini.

Inoltre è stato appurato che chi ha contratto il Covid dopo essere stato vaccinato ha una carica virale inferiore e quindi trasmette il virus in forma minore.

Fonte: www.quotidiano.net

Condividi: