Categorie
Aggiornamenti

Covid Italia, partita fase 3 del vaccino Oxford

In Italia è stata avviata la fase 3 della sperimentazione per il vaccino anti-Covid di Oxfrod-AstraZeneca. Le inoculazioni saranno eseguite dall’Azienda ospedaliero-universitaria di Modena a partire dall’1 dicembre.

Come avverrà l’inoculazione del vaccino

I 300 volontari, dai 18 anni in su, saranno scelti nel mese di novembre e ciascun volontario sarà sottoposto a sperimentazione in doppio cieco: 200 riceveranno il vaccino, 100 il placebo. Nei prossimi giorni sarà comunicato un numero verde per fornire informazioni e raccogliere tutte le candidature. Saranno arruolate le prime 300 persone che inoltreranno la richiesta e che soddisferanno i criteri necessari.

In cosa consiste la sperimentazione in doppio cieco 2 a 1? Significa che su 300 volontari 200 riceveranno la dose del vaccino, mentre gli altri 100 un placebo. Nessuno saprà a chi e cosa viene somministrato, nemmeno il personale medico. Solo quando il cieco sarà aperto ai 100 che avevano ricevuto il placebo sarà possibile inoculare il vaccino.

Volontari, quali sono i criteri

Per quanto riguarda i volontari, Cristina Mussini, direttore della struttura complessa di Malattie Infettive Aou di Modena, ha spiegato che saranno selezionate “300 persone, non pazienti, persone sane di qualunque età (purché maggiorenni) e con qualunque patologia, purché in uno stadio di stabilità“. Quindi potrebbero essere accettati “un diabetico compensato” o “un paziente Hiv con terapia retrovirale in corso”. Alla sperimentazione potranno partecipare anche le persone che hanno contratto il coronavirus, ma non in fase acuta. Non possono essere ammessi, invece, i pazienti immunodepressi e le donne in gravidanza.

Per evitare assembramenti, ci si potrà candidare mediante numero verde e le prenotazioni saranno gestire con un’agenda elettronica. La somministrazione delle dosi avverrà nel poliambulatorio dell’Aou.

Fonte: www.ansa.it

Condividi: