Categorie
Aggiornamenti

Covid, persone contagiate scovate tramite GPS

L’intelligenza artificiale potrà fornire un valido supporto per l’individuazione di persone che hanno contratto il coronavirus. È infatti alla base di un’app che consente di scovare chi è a maggior rischio di contagio, anche se asintomatico, grazie al GPS del cellulare. In questo modo potranno essere messe in quarantena solo le persone che rischiano di più.

Il sistema è stato sviluppato dall’Università di Amburgo e dall’azienda Synergies Intelligent System: stando a quanto affermato dagli ideatori, l’intelligenza artificiale permetterà di ridurre del 94% le persone da mettere in quarantena.

Come funziona il sistema

L’algoritmo alla base dell’app è stato sviluppato tenendo conto dei dati di una città cinese che non è stata palesata e integra gli spostamenti compiuti dalla persona con quelli che avvengono nel mondo reale: dalle immagini riprese dalle videocamere alle transazioni elettroniche, al fine di studiare per quanto tempo e in quale occasione due persone sono state vicine tra loro.

Le persone sono etichettate dal sistema in base al rischio di contagio a cui sono soggette. Ci sono quindi vari status, ossia “suscettibile”, “quarantenato”, “esposto”, “infetto”, “ricoverato” e “guarito”. A queste informazioni possono essere aggiunti anche i dati personali, come l’abitudine di lavarsi le mani o indossare la mascherina.

Ecco le parole di uno degli ideatori del sistema: “A partire da queste etichette usiamo il nostro modello interattivo per capire che cosa potrebbe succedere a una persona e a quelle che la circondano”.

Fonte: www.ansa.it

Condividi: