Categorie
Aggiornamenti

Covid-19, sostanza naturale potrebbe bloccare l’infezione

Un gruppo di ricercatori italiani ha scoperto una sostanza naturale estratta da agrumi e altri vegetali potenzialmente in grado di bloccare l’infezione da coronavirus: si tratta della Naringenina, una molecola che è stata testata sulle cellule umane in provetta.

Lo studio è stato condotto da Antonio Filippini dell’Università Sapienza di Roma e i risultati sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Pharmacological Research. Grazie al lavoro dei ricercatori è stata identificata una famiglia di molecole che hanno un ruolo fondamentale nel processo infettivo.

Lo studio è stato eseguito in collaborazione col Laboratorio di Virologia della Sapienza guidato da Guido Antonelli, grazie al quale si è scoperto che la Naringenina ha la capacità di prevenire l’infezione di diversi tipi di coronavirus. Il team di ricercatori del Laboratorio di Microbiologia dell’Università Vita-Salute San Raffaele ha poi dimostrato che con le stesse dosi di questa sostanza naturale è anche possibile arrestare l’infezione causata dal SARS-CoV-2.

Narigenina contro le citochine

Per quanto lo studio sia solo di base, i risultati promettono bene: la Naringenina è infatti risultata capace di contrastare con efficacia la produzione di molecole dal potere infiammatorio (le citochine), responsabili della nascita dell’infezione virale.

Questo il commento di Filippini: “L’identificazione di un bersaglio e la dimostrazione che è possibile colpirlo in modo efficace rappresenta un sostanziale passo avanti verso l’obiettivo di arrestare l’epidemia da COVID-19. La sfida successiva a cui stiamo lavorando è individuare la formulazione ottimale per veicolare il farmaco alle più basse concentrazioni possibili in modo efficace e selettivo alle vie aeree, il primo fronte critico su cui combattere l’infezione”.

Fonte: www.ansa.it

Condividi: