Categorie
Aggiornamenti

Emergenza Covid, bloccarla in 6 settimane con test rapidi a tappeto

I ricercatori di Harvard hanno condotto uno studio in collaborazione con l’Università del Colorado, evidenziando come sottoponendo la popolazione a test rapidi a tappeto l’epidemia potrebbe essere sconfitta in sole 6 settimane.

Si tratta di un risultato importante, pubblicato sulla rivista scientifica Science Advances. Per quanto i test rapidi siano meno affidabili di quelli molecolari, con i test antigenici si potrebbero individuare più facilmente i soggetti positivi, specialmente quelli asintomatici, bloccando così la diffusione del contagio.

Cosa dice lo studio

Stimando l’andamento dei contagi nel corso del tempo qualora i test rapidi fossero implementati su larga scala, lo studio è arrivato alla seguente conclusione: eseguendo test rapidi ogni 3 giorni su 3/4 della popolazione di una città, i contagi si ridurrebbero dell’88%. Entro 6 settimane, poi, si arriverebbe addirittura all’estinzione della pandemia.

Ecco cosa dicono i ricercatori: “Se anche solo la metà della popolazione degli Stati Uniti venisse testata settimanalmente con coloro che risultano positivi isolati dal resto della popolazione, l’impatto sarebbe enorme.

Daniel Larremore, il primo a firmare lo studio, ha poi sottolineato:

“Il nostro quadro generale indica che è meglio applicare un test meno sensibile che può fornire un risultato oggi piuttosto che effettuare un test più sensibile ma con risultati domani. Invece di dire a tutti di restare a casa in modo da essere sicuri che i positivi non diffondano l’infezione si potrebbe disporre di obbligare solo i positivi a restare a casa in modo che tutti gli altri possano continuare la propria vita”.

Fonte: www.notizie.it

Condividi: