Categorie
Aggiornamenti

Vaccino anti-Covid di Moderna, efficacia al 94,5%

Dopo le buone notizie sul vaccino anti-Covid di Pfizer, possiamo rendere note quelle relative al vaccino Moderna che “ha raggiunto il parametro primario di efficacia nella prima fase preliminare della sperimentazione di Fase 3. In particolar modo, il vaccino si è rivelato efficace al 94,5%.

Analisi preliminare del vaccino Moderna

In questa fase preliminare di analisi sono stati coinvolti 95 volontari affetti da Covid-19, di cui 11 casi gravi: “Tutti gli 11 casi si sono verificati nel gruppo trattato con placebo e nessuno nel gruppo vaccinato con mRna-1273”.

Tra i 95 pazienti volontari c’erano 15 over 65 e 20 appartenenti alle minoranze. In virtù dei dati ora in possesso, Moderna vuole presentare nelle prossime settimane la richiesta d’autorizzazione all’uso di emergenza alla Food and Drug Administration USA.

Ecco cosa ha dichiarato Stéphane Bancel, amministratore delegato di Moderna:

“Questo è un momento cruciale per lo sviluppo del nostro candidato vaccino contro il Covid-19. Dall’inizio di gennaio abbiamo inseguito questo virus con l’intento di proteggere il maggior numero possibile di persone in tutto il mondo. Da sempre sappiamo che ogni giorno è importante. Questa analisi preliminare del nostro studio di Fase 3 ci ha dato la prima conferma clinica che il nostro vaccino può prevenire Covid-19, incluse le forme gravi“.

Autorizzazione all’uso di emergenza

Per poter autorizzare all’uso di emergenza il vaccino Moderna, si terrà conto dell’analisi finale condotta su 151 casi e del follow-up mediano di oltre 2 mesi. Stando all’analisi degli eventi negativi che si sono verificati nel corso della sperimentazione, il vaccino si è mostrato “generalmente sicuro e ben tollerato”.

Tra gli eventi avversi, tutti “generalmente di breve durata”, possiamo annoverare affaticamento (9,7%), artralgia (5,2%), mialgia (8,9%), dolore al sito dell’iniezione (2,7%), eritema/arrossamento al sito di iniezione (2%), mal di testa (4,5%).

La società che ha realizzato il vaccino prevede di avere pronte per la spedizione negli Stati Uniti circa 20 milioni di dosi di mRna-1273, ma altre buone notizie riguardano anche la produzione a livello globale: Moderna produrrà infatti da 500 milioni a 1 miliardo di dosi nel 2021.

Fonte: www.adnkronos.com

Condividi: