Categorie
Aggiornamenti

Vaccino anti-Covid: da lunedì parte vaccino sull’uomo

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti sarà allo Spallanzani lunedì mattina perché partirà la sperimentazione del vaccino anti-Covid sull’uomo. I volontari hanno presentato circa tremila domande: ad essere considerate per prime le persone sane fino ai 55 anni.

La sperimentazione del vaccino avverrà nei seguenti modi:

  • ai primi tre pazienti sarà somministrato il vaccino secondo un ciclo di 2, 7, 15 e 30 giorni
  • dopo due giorni si procederà con altre dodici persone
  • dopo la prima settimana sarà vaccinato il secondo gruppo di volontari e infine il terzo
  • se non dovessero esservi controindicazioni, entrerà in gioco un altro gruppo di volontari tra i 65 e i 75 anni d’età.

Vaccino italiano

Il vaccino italiano GRAd-COV2 è stato sviluppato dall’azienda biotech romana Reithera, sostenuta dal governo e dal Consiglio nazionale delle ricerche e della Regione Lazio. L’Agenzia italiana del farmaco (AIFA) ha autorizzato i test sui primi 90 volontari e questi saranno inviati all’Istituto nazionale per le malattie infettive “Lazzaro Spallanzani” di Roma e al Centro Ricerche Cliniche di Verona.

L’obiettivo di questo studio di fase 1 è capire quanto il vaccino sia sicuro e capace di attivare una risposta immunitaria al virus. Questo vaccino italiano si basa su un adenovirus di gorilla: essendo diverso da quelli umani, ha il tempo di attaccare la proteina Spike (usata dal coronavirus per colpire le cellule umane) spingendo il sistema immunitario a sviluppare gli anticorpi.

GRAd-COV2 è un vaccino preventivo che, mediante iniezione intramuscolare, dovrebbe riuscire a stimolare la produzione di anticorpi e mettere in funzione le cellule immunitarie. Se questa sperimentazione dovesse avere esiti positivi, si procederà con gli studi clinici delle successive fasi 2 e 3, ovvero il vaccino sarà somministrato a un numero maggiore di volontari sani per appurare la sicurezza e dimostrare l’efficacia di questo vaccino candidato.

Fonte: www.radiocolonna.it

Condividi: