Categorie
Aggiornamenti

Nuovo decreto, aiuti economici ai più indigenti

Le possibilità economiche inserite nel nuovo decreto sono di vario tipo e coinvolgono tutti. Ad esempio, il governo assicura finanziamenti a fondo perduto (6 miliardi per le imprese fino a 5 milioni di fatturato), tagli per un totale di 600 milioni di euro alle bollette di luce e gas (con un risparmio per 3,7 milioni di imprese), proroga della Cig d’emergenza al fine di limitare le perdite di posti di lavoro, cancella l’Irap del mese di giugno portando così a un risparmio di 4 miliardi per circa 2 milioni di attività.

Concentrandosi invece sulle famiglie, il governo proroga i vari congedi parentali raddoppiando, nel caso in cui non siano ancora stati spesi, i bonus baby sitter portandoli di conseguenza a una cifra di 1200 euro (si parla invece di duemila euro nel caso di operatori sanitari e polizia), garantisce un reddito d’emergenza per coloro che ne hanno bisogno (valore totale di circa 1 milione) pari a cifre che oscillano tra i 400 e 800 euro, concede un ecobonus del 110% per permettere la ristrutturazione di casa.

A questi si aggiungono i vari altri aiuti del caso come il bonus biciclette, o il bonus per coloro che rinunceranno alla loro autovettura.

Condividi: