Categorie
Aggiornamenti

Nuovo studio sul Covid: gruppo sanguigno influisce su contagio

225mila persone residenti nell’Ontario sono state analizzate nell’ambito di una nuova ricerca sul Covid condotta dall’Institute for Clinical Evaluative Sciences di Toronto, confermando la relazione tra possibilità di contagio e gruppo sanguigno. Stando allo studio, alcuni gruppi sanguigni hanno probabilità minori di infettarsi e di sviluppare forme di Covid-19 più o meno gravi.

Relazione tra gruppo sanguigno e contagio da Covid-19

Le persone esaminate nel corso dello studio, sia bambini che adulti, sottoposte quest’anno al tampone per Covid, eseguirono esami del sangue tra il 2007 e il 2009 per comprendere quale fosse il loro gruppo sanguigno.

I risultati della ricerca, pubblicati sulla rivista Annals of Internal Medicine, hanno dimostrato che il rischio di contagio da Covid cambia a seconda dei gruppi sanguigni.

  • Gruppo AB vs gruppo A: le persone con gruppo sanguigno AB hanno un rischio di infettarsi del 15% più alto rispetto alle persone con gruppo sanguigno A.
  • Gruppo 0 vs gruppo A: le persone con gruppo sanguigno 0 corrono un rischio di infettarsi del 5% in meno rispetto alle persone con gruppo A.
  • Gruppo 0 vs gruppi A, B, AB: chi ha gruppo 0 ha il 12% in meno di probabilità di infettarsi rispetto a tutti gli altri gruppi sanguigni (A, B. AB).
  • Rh negativo vs Rh positivo: le persone con Rh negativo hanno il rischio di infettarsi il 21% in meno rispetto alle persone con Rh positivo.

Relazione tra gruppo sanguigno e livelli di gravità del contagio

La ricerca ha analizzato anche la relazione tra il gruppo sanguigno e il livello di gravità dell’infezione che ciascuna persona può sviluppare. Nel campione studiato sono stati rilevati 1328 casi di forme gravi o decessi per Covid-19.

Nello specifico, ecco i risultati dello studio.

  • Gruppo sanguigno B vs gruppo A: le persone con gruppo sanguigno B hanno il 21% di probabilità in meno di sviluppare forme gravi della malattia rispetto alle persone con gruppo sanguigno A.
  • Gruppo sanguigno 0 vs gruppi A, B, AB: le persone con gruppo 0 corrono il rischio di sviluppare forme gravi inferiore del 13% rispetto agli altri gruppi sanguigni (A, B, AB).
  • Rh positivo vs Rh negativo: le persone con Rh positivo possono sviluppare forme gravi della malattia con una probabilità superiore del 19% rispetto alle persone con Rh negativo.

Fonte: www.notizie.it

Condividi: