Categorie
Aggiornamenti

Israele e variante Omicron: terza dose protegge

Da Israele arriva un segnale positivo per quanto riguarda l’efficacia della terza dose contro la variante Omicron. Stando ai primi dati dichiarati dal Ministro della Salute, con 3 dosi di vaccino Pfizer si è protetti.

In merito alle notizie sul calo della protezione dei vaccini nel corso dei mesi, l’Ema prova a tranquillizzare, spiegando che vaccinarsi rappresenta lo strumento vincente: “contro Omicron bisogna vaccinare di più” e “i vaccini continueranno a proteggere” sono due delle frasi pronunciate dalla Commissione Europea in merito all’importanza della campagna vaccinale in corso.

Vaccini proteggono da malattia grave

Rassicura anche l’indicazione dell’istituto Spallanzani di Roma che ha sottoposto a studio i dati relativi al Sudafrica, affermando che “è possibile che i vaccini mantengano la protezione contro la malattia grave”.  Dello stesso parere è anche uno dei fondatori di BioNtech, azienda tedesca a cui si deve il vaccino con Pfizer.

Al Wall Street Journal, Ugur Sahin ha rilasciato una dichiarazione nella quale ha sostenuto che la variante Omicron può portare a un numero maggior numero di contagi tra i vaccinati che però con un’alta probabilità continueranno a ricevere protezione contro i sintomi gravi. 

Le case farmaceutiche stanno analizzando eventuali richiami ad hoc per Omicron (che potrebbero rivelarsi non necessari), inclusa Johnson & Johnson. L’azienda ha annunciato che è al lavoro per testare l’efficacia del suo vaccino per diverse varianti, compresa Omicron, in collaborazione con gruppi accademici in Sudafrica e in tutto il mondo.

Fonte: www.quotidiano.net

Condividi: