Categorie
Aggiornamenti

Studi su Omicron: colpisce la gola, è meno pericolosa

Secondo uno studio americano Omicron è il virus con la propagazione più rapida della storia: le prove sempre più numerose indicano che la variante può infettare con maggiori probabilità la gola rispetto ai polmoni, motivo per cui sembrerebbe meno letale rispetto alle altre varianti.

Cosa dicono gli ultimi studi

Stando a sei diversi studi, Omicron non danneggia i polmoni delle persone tanto quanto altre varianti del virus (Delta inclusa). “Il risultato di tutte le mutazioni che rendono Omicron diversa dalle varianti precedenti è che potrebbe aver alterato la sua capacità di infettare diversi tipi di cellule”, ha dichiarato Deenan Pillay, professore di virologia presso l’University College di Londra.

“In sostanza, sembra essere più in grado di infettare il tratto respiratorio superiore, le cellule della gola. Quindi si moltiplicherebbe nelle cellule lì più facilmente che nelle cellule profonde nel polmone. Questo è davvero un risultato preliminare, ma gli studi puntano nella stessa direzione”, ha aggiunto Pillay.

Se la capacità del virus è quella di produrre più cellule nella gola, ecco spiegata la sua maggiore trasmissibilità. Un virus capace di infettare il tessuto polmonare, invece, sarebbe potenzialmente più pericoloso ma meno trasmissibile, aggiungono i ricercatori.

Fonte: www.quotidiano.net

Condividi: