Categorie
Aggiornamenti

Over 40, terza dose Pfizer o Moderna

La terza dose di vaccino anti-Covid sarà somministrata agli over 40 a partire dall’1 dicembre. Come si legge nella circolare emessa dal Ministero della Salute, la dose sarà inoculata “con vaccino a mRna, anche ai soggetti di età compresa tra i 40 e i 59 anni, purché siano trascorsi almeno 6 mesi dal completamento del ciclo primario di vaccinazione, indipendentemente dal vaccino precedentemente utilizzato”.

Cosa dice la circolare

Nel testo della circolare è specificato che la dose sarà somministrata “nei dosaggi autorizzati per la stessa”, cioè “30 microgrammi in 0,3 millilitri per Comirnaty di Pfizer/BioNTech e 50 mcg in 0,25 mL per Spikevax di Moderna”: quindi per quest’ultimo vaccino il dosaggio è dimezzato rispetto a quello usato per il ciclo primario di vaccinazioni.

Soggetti non ancora completamente vaccinati

La terza dose sarà ricevuta “ferma restando la priorità della vaccinazione dei soggetti ancora in attesa di iniziare/completare il ciclo vaccinale primario, nonché della somministrazione della dose booster (di richiamo) alle categorie per le quali è già raccomandata”.

Nel sottolineare “l’assoluta priorità di mettere in massima protezione i soggetti ancora in attesa di iniziare/completare il ciclo vaccinale primario, in particolare per quanto riguarda le categorie più vulnerabili a forme gravi di Covid-19 per età o elevata fragilità”, il direttore generale Prevenzione del Ministero della Salute Giovanni Rezza, il Dg dell’Aifa Nicola Magrini e i presidenti di Iss e Css, Silvio Brusaferro e Franco Locatelli, sono stati chiari nel raccomandare di “procedere speditamente alla somministrazione della dose booster a tutti i soggetti per i quali la stessa è già stata precedentemente raccomandata”.

A queste persone si aggiungono ora i 40-60enni, “in considerazione dell’aumentata circolazione del virus SARS-CoV-2 che ha determinato un incremento dell’incidenza di nuove infezioni, per come rilevato nel corso delle ultime settimane in tutto il territorio nazionale”.

Fonte: www.adnkronos.com

Condividi: