NORME DI PREVENZIONE SUGGERITE DAI TECNICI DEL GOVERNO

Con l’arrivo dei primi casi di coronavirus in Italia è subito scattato il panico. I numerosi decreti del Governo e ordinanze regionali, che sembrano aver rallentato la pandemia, hanno avuto al contempo pesanti effetti collaterali e dei costi sociali enormi. Misure restrittive ritenute da taluni eccessive e mal sopportate da un crescente numero di italiani. Anche un gruppo consistente e in crescita di scienziati blasonati, medici specialisti e giuristi si sono espressi contro i metodi di prevenzione adottati e perfino a sfavore delle terapie adottate che, in alcuni casi, sono considerate una delle cause delle migliaia di decessi. Coronavirus.it, dunque, nasce proprio con l’obiettivo di provare, attraverso notizie accertate e positive, ad esorcizzare le paure recondite degli italiani. Il Covid-19, sebbene non sia un virus da sottovalutare, attraverso i giusti avvertimenti e consigli può e deve essere limitato quanto più possibile.

Fermo restando che il coronavirus in Italia sia al momento una realtà concreta e drammatica, stiamo cercando, attraverso il nostro lavoro, di diffondere quanto più di positivo ci sia sull’argomento. Lo scopo non è quello di ignorare i pericoli del Covid-19 ma di provare a rendere il panico da contagio quanto più razionale possibile. Il nostro consiglio, dunque, resta sempre quello di seguire norme e consigli governativi, per il benestare non solo del singolo ma dell’intera comunità. Buona lettura!

Lasciaci i tuoi dati per ricevere aggiornamenti sulla situazione:

  Dichiaro di aver letto - e compreso - in ogni sua parte il contenuto della privacy policy, relativamente al trattamento dei Miei Dati Personali da parte della Società per le finalità esplicitate.

  Autorizzo il trattamento dei miei dati per comunicazioni commerciali e/o promozionali

Categorie
Aggiornamenti

Coronavirus, la Ferrari produrrà ventilatori e respiratori

La Ferrari mette a disposizione la propria tecnologia per combattere l’emergenza coronavirus, aiutando le strutture sanitarie in affanno. L’intento è quello di produrre macchinari di fondamentale importanza in terapia intensiva: ventilatori e respiratori. Maranello come sede di produzione I macchinari potrebbero essere realizzati nello stabilimento di Maranello. L’idea, attualmente in fase di valutazione da parte […]


Continua a leggere
Categorie
Aggiornamenti

Coronavirus, un ventilatore polmonare per due pazienti

Quella di oggi è “una bella notizia che ci riempie di orgoglio”. Il professor Marco Ranieri, ordinario dell’Università di Bologna, Dipartimento di Scienze mediche e chirurgiche, ha ideato con altri colleghi un circuito che permette di collegare un solo respiratore per fornire ossigeno a due pazienti, non più solo uno. Questo circuito è stato poi […]


Continua a leggere
Categorie
Aggiornamenti

Cina, per la prima volta 0 contagi dall’interno

La cina festeggia un’ottima notizia: per la prima volta dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, non ci sono stati nuovi casi di contagi. Il dato, reso noto dalla Commissione Nazionale della Salute ha sottolineato come gli unici 34 nuovi casi positivi siano arrivati dall’esterno. La notizia, dunque, si conferma senza precedenti.


Continua a leggere
Categorie
Aggiornamenti

Coronavirus, Biagio Antonacci dona ventilatori polmonari al Sacco

Anche il cantante italiano Biagio Antonacci dà il suo contributo concreto in questo delicato momento di emergenza sanitaria causata dal coronavirus e lo fa donando quattro nuovi ventilatori polmonari al reparto di terapia intensiva dell’Ospedale Sacco di Milano. Ad esprimere la sua profonda gratitudine per il gesto compiuto è Alessandro Visconti, direttore generale dell’ASST Fatebenefratelli […]

Categorie
Aggiornamenti

Coronavirus, primo guarito grazie al farmaco Remdesivir

Ad annunciare il primo guarito col farmaco Remdesivir è il primario della clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, Matteo Bassetti: “Abbiamo il primo vero guarito trattato con il farmaco sperimentale Remdesivir. Tornerà presto nella sua casa in Lombardia e questo ci ha fatto abbastanza esultare: il farmaco sembra funzionare. Abbiamo altri pazienti […]