Categorie
Aggiornamenti

“Pasticciotto day”: il Salento ringrazia gli eroi del Covid

Arriva lì, dove tutto è cominciato. Il “Pasticciotto day” è un’iniziativa partita dal Salento, per celebrare il dolce tipico del territorio con una giornata dedicata: l’1 giugno i bar e le pasticcerie aderenti – finora più di 100 – offriranno il pasticciotto a 60 centesimi, come segnale di ripartenza dopo il lockdown imposto dal Coronavirus.

Ma non solo: la proposta nata da Agrogepaciok – salone nazionale della gelateria, pasticceria, cioccolateria e dell’artigianato agroalimentare che si svolge a Lecce – diventa benefica. Perché i pasticciotti raggiungeranno anche gli ospedali salentini e anche quelli fuori regione, per regalare un momento di dolcezza e bontà a quanti hanno lavorato e lavorano in prima linea per combattere il Covid-19.

E arriveranno anche allo Spallanzani di Roma, il luogo che ha segnato le cronache italiane nel primo mese del 2020: era la fine di gennaio quando si diffuse la notizia di due turisti cinesi, provenienti da Wuhan, ricoverati perché avevano contratto il Coronavirus. Era l’inizio di quella che poi sarebbe stata un’emergenza sanitaria, il primo movimento dello tsunami che avrebbe stravolto le vite degli italiani – e poi del resto del mondo, quando l’epidemia è diventata pandemia – costringendoli in casa, diffidenti e spaventati.

Oltre allo Spallanzani, i pasticciotti saranno distribuiti anche al San Raffaele e al San Paolo di Milano, al Cotugno di Napoli, e all’Ogr di Torino (l’ospedale Covid nato nelle ex Officine grandi riparazioni). Ovviamente non si dimentica il Salento, e nell’elenco ci sono anche gli ospedali territoriali di Lecce, Galatina, Scorrano, Tricase, Casarano, Copertino, Gallipoli e anche Brindisi.

È una beneficienza doppia, quella cui punta il “Pasticciotto day” (nato con la collaborazione di Associazione pasticceri salentini di Confartigianato imprese Lecce, Fipe Confcommercio Lecce e con il patrocinio della Camera di commercio di Lecce): “Abbiamo voluto creare questa iniziativa per dare un senso alla ripartenza e supportare, in un momento molto difficile, un settore che negli ultimi 15 anni ha contribuito in maniera significativa alla crescita di Agrogepaciok”, dice Carmine Notaro, ideatore della giornata e organizzatore del salone con la sua agenzia Eventi marketing&communication (la prossima edizione di Agrogepaciok sarà a Lecce dal 7 all’11 novembre).

E il “Pasticciotto day” non vuole essere un evento estemporaneo: “Vorremmo che divenisse la giornata del ricordo, un appuntamento con cadenza annuale, per non dimenticare quanto accaduto nei mesi passati, e per ricordare quanto è importante vivere e godere appieno della semplicità della nostra vita”.

Fonte: www.repubblica.it

Condividi: