Categorie
Aggiornamenti

Perù, bambino prematuro guarisce dal coronavirus

In Perù un bimbo è nato prematuro col coronavirus, ma fortunatamente è riuscito a sconfiggerlo dopo circa un mese di ricovero. Il piccolo paziente è stato seguito nell’Ospedale Edgardo Rebagliati di Lima, il più grande della capitale, e sono stati proprio i medici di questa struttura ospedaliera ad annunciare la guarigione del bambino.

Jorge, questo il nome del piccolo guerriero, è venuto alla luce il 15 giugno scorso (precisamente al sesto mese di gravidanza) pesando solo 580 grammi. Per farlo nascere in anticipo, i medici hanno dovuto eseguire un cesareo d’urgenza.

Madre e figlio hanno sconfitto il Covid

Dopo 23 settimane di gravidanza, Lissy, la madre del bambino, aveva sviluppato una grave forma di pre-eclampsia e la sindrome di Hellp associata alla prima malattia. Dopo aver vissuto giorni difficili, madre e figlio sono finalmente riusciti ad avere la meglio contro il Covid-19.

Ora Jorge pesa 930 grammi, dopo aver trascorso un mese nell’incubatrice del reparto di Terapia intensiva neonatale di Lima. Nonostante necessiti ancora di supporto medico, i dottori hanno specificato che i suoi polmoni sono in fase di ripresa. Per quanto riguarda la mamma, dopo essere stata in isolamento nel reparto di Ginecologia potrà presto riabbracciare il suo bambino.

“Le previsioni non erano incoraggianti, ma oggi ha compiuto un mese e stiamo combattendo duramente insieme ai medici”, ha affermato Lissy. “È il bambino più piccolo nato da una madre positiva al coronavirus e il più piccolo curato dalla nostra unità”, ha spiegato la dottoressa Marilù Pachas, del servizio di terapia intensiva neonatale dell’ospedale di Lima.

Fonte: www.notizie.it

Condividi: