Categorie
Aggiornamenti

Quercetina, la molecola naturale che inibisce il coronavirus

Secondo una ricerca spagnola il coronavirus può essere combattuto seguendo la giusta alimentazione: gli studiosi hanno scoperto che in natura esiste una molecola capace di inibire gli effetti causati dal Covid-19. La molecola in questione è la quercetina, presente in numerosi ortaggi come il radicchio, i capperi e le cipolle rosse. A supportare lo studio anche il Cnr-Nanotec di Cosenza.

La capacità della quercetina contro il coronavirus

La ricerca sulla quercetina è stata condotta da Bruno Rizzuti del Cnr-Nanotec di Cosenza con la collaborazione del gruppo di ricercatori di Zaragoza e Madrid. Dalla ricerca sono emersi molti aspetti interessanti e che possono rivelarsi utili per il futuro: la quercetina entra in funzione legandosi alla proteina 3CLpro, bloccando così gli effetti del virus.

In merito allo studio parla il dottor Rizzuti:

“Le simulazioni al calcolatore hanno dimostrato che la quercetina si lega esattamente nel sito attivo della proteina 3CLpro, impedendole di svolgere correttamente la sua funzione. Già al momento questa molecola è alla pari dei migliori antivirali a disposizione contro il coronavirus, nessuno dei quali è tuttavia approvato come farmaco”.

Proprietà della quercetina

La quercetina è una molecola naturale presente in molte verdure. Non solo ha effetti farmacologici, ma ha anche capacità antinfiammatorie, antiossidanti e antiproliferative. Qui di seguito le parole degli studiosi che hanno eseguito la ricerca:

“Sono note anche le sue proprietà farmacocinetiche ed è ottimamente tollerata dall’uomo. Può essere facilmente modificata per sviluppare una molecola di sintesi ancora più potente, grazie alle piccole dimensioni e ai particolari gruppi funzionali presenti nella sua struttura chimica. Poiché non può essere brevettata, chiunque può usarla come punto di partenza per nuove ricerche”.

Fonte: www.notizie.it

Condividi: