Categorie
Aggiornamenti

Vaccino di Oxford, entro fine gennaio in Italia

Il vaccino sviluppato da Oxford-AstraZeneca potrebbe arrivare in Italia entro fine gennaio qualora dovesse ottenere l’approvazione dell’Ema. La buona notizia è stata diffusa da Piero Di Lorenzo, presidente dell’Irbm di Pomezia che si è occupata dello sviluppo del vaccino in collaborazione con l’Università di Oxford:

“La Fase 3 della sperimentazione è in dirittura d’arrivo entro un paio di settimane. Sempre entro un paio di settimane ci sarà la consegna del dossier all’Ema che farà i suoi controlli nell’interesse di tutti noi e poi nel giro di qualche settimana dovrebbe arrivare la validazione, salvo imprevisti. È ragionevole immaginare quindi che il vaccino AstraZeneca sarà in Italia entro fine gennaio“.

Stando ai risultati pubblicati sulla rivista Lancet in merito all’efficacia del vaccino, è emerso che il vaccino è stato efficace al 90% sulle persone che avevano ricevuto una dose e mezza e al 62% sui volontari a cui sono state somministrate due dosi.

Distribuzione in tempi rapidi

Anche il coordinatore della task forte vaccini di AstraZeneca, Onofrio Palombella, ha sottolineato come le cose stiano procedendo molto velocemente:

“Dal momento in cui riceveremo l’autorizzazione dell’Ema, l’Agenzia Europea del Farmaco, da quel giorno, in 24 ore, saremo pronti a fornire il vaccino. In questa fase di emergenza, in cui il tempo è una variabile assolutamente dipendente, ovviamente si è privilegiata la disponibilità immediata, quindi avremo delle fiale multi-dose già diluite e pronte all’uso.

Si tratta di fiale da 10 somministrazioni l’una e gestibili da 2-8 gradi, esattamente come il vaccino dell’influenza. Le fiale per tutta Europa verranno preparate in Italia, e poi attraverso la catena di distribuzione della DHL portate all’Hub di Pratica di Mare. Da lì verranno distribuite in quota parte alle Regioni”.

Fonte: www.notizie.it

Condividi: