Categorie
Aggiornamenti

Vaccino Sputnik: avviata valutazione dell’Ema

L’Ema ha deciso di avviare la valutazione del vaccino russo Sputnik V. Ad annunciarlo è la stessa Agenzia europea del Farmaco, dichiarando che la domanda per l’Unione Europea è stata presentata dalla filiale tedesca del gruppo farmaceutico russo R-Pharm.

La revisione del vaccino, basata su studi clinici sugli adulti e su studi di laboratorio, proseguirà fino a quando non saranno state raccolte prove sufficienti per richiederne formalmente l’autorizzazione all’immissione in commercio. Non è possibile prevedere le tempistiche generali, ma tutta questa fase “dovrebbe richiedere meno tempo del normale per valutare un’eventuale domanda a causa del lavoro svolto durante la revisione progressiva”. L’Ente comunicherà quando sarà stata presentata la domanda di autorizzazione per immettere sul mercato il vaccino Sputnik.

Assicurazioni da Mosca

Mosca ha voluto subito rassicurare l’Europa: “Saremo pronti a fornire vaccini per 50 milioni di europei a partire da giugno 2021” dopo l’approvazione da parte dell’Ema. Lo ha dichiarato Kirill Dmitriev, capo del Fondo Russo per gli investimenti diretti (Russian Direct Investment Fund: un fondo creato per co-investire nell’economia russa insieme ai fondi sovrani di altri paesi), che ha contribuito allo sviluppo del vaccino.

Dmitriev ha aggiunto: “Il partenariato riguardante il vaccino deve stare al di sopra della politica” e, “la collaborazione con l’Ema è un ottimo esempio che conferma che solo l’unione degli sforzi è in grado di sconfiggere la pandemia“.

Fonte: www.quotidiano.net

Condividi: